Menu

Finanziamenti a fondo perduto per l’agricoltura

0 Comments


Sebbene raccogliere capitali nel panorama finanziario odierno non sia un compito facile per agricoltori e produttori, ci sono diverse strategie da considerare e, fortunatamente, esistono i cosiddetti finanziamenti a fondo perduto per l’agricoltura.

Un’altra strategia è poi incentrata sull’innovazione. I proprietari delle imprese hanno fatto degli investimenti in innovazione una priorità e i produttori agricoli sono stati tra i più attivi, investendo in macchinari e attrezzature avanzati che offrono tempi di elaborazione più rapidi. Comprendendo la necessità di assistenza, varie agenzie governative hanno stanziato sostanziali “fondi europei agricoltura” per aiutare i coltivatori a fare investimenti innovativi nelle loro operazioni, tra cui sovvenzioni non rimborsabili e prestiti non di interesse. La maggior parte di questi prestiti sono strutturati con termini di rimborso differiti per un anno e progettati per assistere nella gestione del flusso di cassa.

Finanziamenti a fondo perduto 2019

Nel panorama finanziario odierno, le imprese che sono in grado di attingere a questo tipo di finanziamento hanno un vantaggio significativo.

Le forme di sicurezza ricercate dagli istituti di credito sono abbastanza comuni nel mercato attuale. Questi includono tipicamente garanzie personali e aziendali e accordi di sicurezza generale su alcune o tutte le attività dell’azienda. Tuttavia, l’inclusione o l’esclusione del requisito di garanzia personale e il valore in dollari della garanzia sono spesso aree di revisione. Un attento esame da parte di un avvocato e contabile è una pratica utile prima di firmare. Spesso, le clausole di sicurezza possono essere modificate o rimosse del tutto attraverso la negoziazione.

Raccogliere capitali in agricoltura – Guardarsi intorno

Se si cerca di espandere, rifinanziare o acquisire un’azienda agricola, è normale cercare finanziamenti da un istituto di credito o una banca esistenti. Il mercato dei prestiti commerciali è estremamente competitivo e gli istituti di credito sono costantemente alla ricerca di buoni investimenti per collocare il proprio capitale.

Un cliente è ben servito per cercare l’offerta migliore da tre o quattro istituti di credito. Il vantaggio è triplice:

1) Il passaggio a più istituti di credito garantisce la migliore tariffa in quanto una sana concorrenza determina in genere una migliore posizione di contrattazione.

2) La competizione promuove una maggiore urgenza e una chiusura più rapida della transazione.

3) Alcuni istituti di credito sono disposti a investire più di altri.

Raccogliere capitali in agricoltura – Pensare fuori dagli schemi

Oltre ai classici finanziamenti a fondo perduto per l’agricoltura, molti imprenditori hanno sfruttato nuovi e interessanti modi per raccogliere capitali per le start-up, l’espansione e vari progetti. Venture come il crowdfunding vengono attualmente utilizzate per raccogliere capitali per le start-up e le espansioni delle fattorie.

Il concetto di crowdfunding prevede il finanziamento di un obiettivo o di un progetto attraverso l’utilizzo di piccoli contributi da parte di molte persone. È ampiamente utilizzato a sostegno di cause di beneficenza e di soccorso in caso di calamità, ma si presta bene anche agli usi commerciali. Indipendentemente dal fatto che il finanziamento fornisca un premio agli investitori (finanziario o non finanziario) o una donazione, le possibilità sono infinite per attrarre gli investitori.

Come ottenere capitali in agricoltura

Raccogliere capitali in agricoltura – Alcune trappole comuni da evitare

Ci sono una serie di fattori e insidie ​​che dovrebbero essere considerati prima di iniziare a investire nella vostra impresa di business agricolo.

1) Richiedere un prestito costa denaro – le banche fanno pagare una commissione per elaborare un prestito che può andare da poche centinaia a qualche migliaio di dollari a seconda delle dimensioni del prestito. Alcuni istituti di credito hanno una quota anticipata, non rimborsabile che è dovuta anche se il prestito non è ottenuto.

2) La maggior parte dei creditori richiede una significativa quantità di due diligence prima dell’approvazione del prestito. Questo di solito comporta la preparazione di una serie di proiezioni finanziarie pro-forma, la produzione di valutazioni, la fornitura di dichiarazioni patrimoniali personali, ecc. Tutto ciò richiede un investimento anticipato da parte dei mutuatari prima che il prestito venga elaborato.

Altri consigli su errori da evitare per finanziamenti in agricoltura

3) Pochissimi prestiti sono approvati localmente. La maggior parte delle banche invia prestiti al proprio dipartimento crediti per prendere la decisione finale. In generale, questa struttura si traduce in tempi di elaborazione più lunghi per i prestiti e gli imprenditori devono essere pronti ad aspettarlo.

4) I prestatori hanno un numero di metriche diverse che usano per valutare il rischio di credito e decidono quali imprese fanno buoni candidati per un prestito. Il criterio più importante utilizzato dagli istituti di credito è il valore delle attività sottostanti e quanto flusso di cassa genera l’impresa o EBITDA (guadagni prima di interessi, imposte, ammortamenti e ammortamenti). I prestatori possono prestare fino a una percentuale delle attività che stanno finanziando; tuttavia, valutano anche il livello di EBITDA generato dall’azienda per determinare se l’azienda può servire il debito.

5) Esistono altri parametri di riferimento su base industriale per settore che possono essere sconosciuti a molti. Ad esempio, alcuni istituti di credito commerciali operano con linee guida restrittive in materia di prestiti alle aziende lattiero-casearie.

I produttori che sono sfruttati al di sopra del benchmark del prestatore sono ad alto rischio di adempiere ai loro obblighi di servizio del debito dal punto di vista del prestatore. Di conseguenza, chiunque cerchi di acquistare un caseificio esistente richiederà una quantità significativa di capitale proprio per soddisfare le richieste della banca di collaborare all’accordo.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *