Menu

Prestiti: qual è la differenza con il mutuo?

0 Comments


Se ti stai imbarcando nell’entusiasmante avventura dell’acquisto di una nuova casa, probabilmente hai sentito i termini “prestito” e “mutuo” usati in modo intercambiabile. Mentre un mutuo è un tipo di prestito, i due non funzionano necessariamente allo stesso modo.

Oltre alle tempistiche relative alla restituzione del prestito, che per il mutuo possono raggiungere anche i 35 anni, varia anche il tasso di interesse. Stiamo parlando della percentuale di interesse che viene applicato a un prestito o a un mutuo. La percentuale è quella che fa capire il significato dei numeri per quanto riguarda il rilascio del mutuo.

Ma quali sono le differenze tra mutuo e prestito? Vediamo come funziona il prestito e in cosa è differente dal mutuo.

Come funzionano i finanziamenti e i mutui

Un prestito è un accordo finanziario tra due parti. Il prestatore dà denaro al mutuatario in cambio del rimborso dell’importo principale del prestito più gli interessi. Il mutuatario si impegna ad assumere il debito e a rimborsarlo alle condizioni del prestatore.

Esistono, tuttavia, diverse forme di prestito, compresi i prestiti a termine e i prestiti revolving. Questi prestiti possono essere per scopi personali o commerciali e possono essere chirografari o garantiti. Ogni tipo ha i suoi vantaggi e svantaggi e viene utilizzato in diversi scenari di finanziamento.

Quando prendi in prestito denaro, accetti di ripagarlo con gli interessi nel tempo. Con un prestito a termine, generalmente, è necessario estinguerlo in un determinato periodo di tempo con pagamenti fissi. Con un prestito revolving, puoi prelevare denaro entro un limite di credito specificato e puoi effettuare prelievi aggiuntivi man mano che effettui i rimborsi.

Il mutuo, invece, è un tipo di prestito, ma la tua casa o proprietà è vincolata ai termini del prestito.

Un mutuo è considerato un prestito garantito perché la tua casa o la tua proprietà viene utilizzata come garanzia e l’ipoteca sarà registrata a titolo di proprietà della tua casa. Ciò significa che se non soddisfi i requisiti di rimborso, il prestatore avrà i diritti legali di rivendicare e vendere la tua proprietà. Questo processo è chiamato preclusione.

Un mutuo viene utilizzato per acquistare o rifinanziare una nuova casa o proprietà e può anche essere utilizzato per accedere all’equità nella tua attuale casa per altri scopi.

Gli acquisti di case tendono ad essere piuttosto costosi e la maggior parte dei mutuatari non ha tutto il denaro necessario in anticipo per l’acquisto. I creditori determinano se fornire un mutuo attraverso un controllo dei precedenti finanziari, in cui esaminano il punteggio di credito, il reddito e altri fattori. Gli istituti bancari di solito ottengono anche una valutazione per determinare il valore della proprietà, perché ciò influirà sull’importo che possono prestarti nell’ambito del mutuo.

Differenze tra le due forme di prestito

Ci sono alcune differenze chiave tra prestiti personali e mutui di cui dovresti essere a conoscenza prima di decidere quale soluzione è la più adatta per le tue esigenze.

I prestiti personali hanno in genere termini di rimborso più brevi rispetto ai mutui. Ciò significa che potresti finire per pagare di più gli interessi durante la vita del prestito.

In secondo luogo, i prestiti personali non sono garantiti da garanzie come lo è un mutuo. Ciò significa che se non puoi effettuare i pagamenti, il prestatore non può precludere la tua casa.

Infine, i prestiti personali hanno in genere limiti di prestito inferiori rispetto ai mutui.

Un mutuo è un prestito contratto per l’acquisto di un immobile. In genere viene rimborsato per 15-30 anni e ha un tasso di interesse fisso. I prestiti ipotecari sono disponibili sia per l’acquisto di casa che per scopi di rifinanziamento.

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *